Giorgio Franceschi

Giorgio Franceschi

Sottotenente in s.p.e. A.A. Medaglia d’Oro al V.M.

Giorgio Franceschi nasce a Roma nel 1911 e dopo essersi laureato in economia e commercio presso l’Ateneo romano, conseguì il brevetto di pilota preliminare su apparecchio Ca 100 e successivamente quello di pilota civile di 2° grado.

Fu nominato sottotenente di complemento nell’A. A., ruolo naviganti nel maggio 1935 ed assegnato alla 2^ Z.A.T. (Zona Aerea Territoriale).
Nella scuola caccia compì il servizio di prima nomina, poi, passato al 4° stormo da caccia terrestre, ottenne la nomina a pilota militare il 10 ottobre dello stesso anno.

Inviato a domanda in missione speciale oltremare nell’agosto 1936, il 16 settembre successivo, nella Valle della Serena in Estremadura, dopo un atterraggio di fortuna a seguito di combattimento aereo e mentre si accingeva a raggiungere le linee veniva catturato ed ucciso sul posto.
Era stato trasferito in servizio permanente effettivo per meriti straordinari.

Venne infine insignito della Medaglia d’Oro al Valore Militare.

Volontario in una missione di guerra combattuta per un supremo ideale, affrontava le più ardue prove, dimostrando sempre esemplari virtù di esperto e prode combattente. Animato da incondizionata entusiastica dedizione per la causa di cui aveva votata la giovane balda esistenza, nell’eroico tentativo di portare a termine una rischiosa azione cui era stato preposto, incontrava morte gloriosa.

Cielo di Spagna, 17 settembre 1936.